Vai alla home di Parks.it

Smentita la presenza di lupi nel Castelnovese

Sono branchi di cani ad aver aggredito alcune capre

(Castelnuovo Don Bosco, 30 Gen 18) L'Ente parco, insieme ad altri parchi del Piemonte, ha aderito nel 2015 al programma di ricerca "LIFE12 NAT/IT/000807 "WOLFALPS" Wolf in the Alps: implementation of coordinated wolf conservation actions in core areas and beyond", al fine di contribuire alla conoscenza ed alle attività di monitoraggio sullo stato della popolazione del lupo in Piemonte. La presenza di questo importante carnivoro sulle Alpi determina la necessità di monitorare e verificare l'eventuale sua dispersione verso le aree premontane e di pianura, specialmente in periodi dell'anno dove le avverse condizioni climatiche dell'alta montagna spingono le popolazioni a cercare rifugio in ambienti meno rigidi.

Nell'ambito di tali attività il nostro personale è stato chiamato ad effettuare verifiche su un episodio di predazione che è avvenuto nel territorio del Comune di Castelnuovo Don Bosco e di cui alcuni articoli di stampa hanno dato resoconto, ampliando la notizia, visto l'argomento di forte appeal giornalistico rappresentato dal tema della gestione del lupo, senza però attendere gli esisti delle verifiche sull'attribuzione di questa predazione di pecore a cani o al lupo.

Il gruppo di ricerca ha effettuato le verifiche tecniche giungendo alla conclusione che non si tratta di esemplari di lupo, bensì di cani. A ciò si è aggiunta anche la notizia che un cane di taglia grande, simile ad un cane lupo con manto chiaro e testa scura, e due di taglia media simili a labrador scuri quasi neri, sono stati colti sul fatto mentre aggredivano delle capre. I tre sono stati visti anche in altre occasioni durante altre aggressioni ad altri animali, ed uno di loro ha rischiato di essere catturato.

Inoltre non vi sono dubbi sui risultati delle autopsie degli animali, aggrediti e trovati morti, portati al Dipartimento di Scienze Veterinarie (anatomia patologica) dell'Università degli Studi di Torino, ed al servizio di patologia animale dell'Istituto Zooprofilattico di Torino, dalle quali risultano aggressioni e morsi di cane.

E' pertanto importante comunicare e segnalare ai Comuni e agli Enti preposti gli avvistamenti di branchi o singoli cani che si aggirano nei territori collinari interessati.

Il rapporto tra la natura e le sue importanti e molteplici specie viventi con la comunità umana di un territorio non è così facile e immediato, in un mondo dove i bambini oggi non hanno più quel sano contatto con la vita rurale ed anche selvatica come accadeva solo poche decine di anni fa, e in proposito anche l'informazione locale ha una responsabilità nel permettere un approccio corretto a temi di questo tipo e non banalmente scandalistico.

Lupo (immagine tratta da www.lastampa.it)
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2018 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po Torinese - p. iva 06398410016