Vai alla home di Parks.it

Parchi e occupazione. Il Parco del Po e Collina Torinese accede ai fondi per i progetti di sostegno alle imprese per progetti di pubblica utilità

Una cooperazione con l'Agenzia Piemonte Lavoro

(18 Feb 15) L'Ente di gestione del Parco del Po e della Collina Torinese da tempo rivolge la sua attenzione ad incentivare e favorire progetti integrati con il mondo del sociale e con le attività economiche presenti sul territorio, come è stato con le attività di promozione degli agriturismi e bed&breakfast convenzionati nella Rete Sentieri, o con il Banco Alimentare per la cessione a fini sociali e di aiuto alle famiglie ed alle persone in difficoltà dei capi di cinghiali abbattuti.
In questa occasione, partecipando al bando della Regione Piemonte per le azioni di politica attiva finalizzate alla realizzazione di progetti di pubblica attività (PPU), gestito dall'Agenzia Piemonte Lavoro, l'Ente ha ottenuto un finanziamento per la realizzazione di due progetti che consentiranno di svolgere interventi per valorizzare differenti ambienti naturali.
Il primo intervento dal titolo "Visita Vallere" riguarda l'omonima riserva nel comune di Moncalieri e permetterà di dotare l'area di un sistema ordinato di gestione e utilizzo dei parcheggi presenti nel parco pubblico fra Moncalieri, Nichelino e Torino, che potrà così anche aprire tutte le domeniche il centro visita presente. L'altro è stato denominato "Pettini della Collina" e riguarda, nel Chivassese, i comuni di Castagneto Po, Verrua Savoia e Brozolo e fornirà di tutta la segnaletica necessaria la rete dei percorsi collinari che dal Po raggiungono il Cammino della Colline del Po e l'itinerario della Superga-Vezzolano-Crea.
Il Commissario Giorgio Albertino ha sottolineato con soddisfazione come queste azioni permettano di mettere più in collegamento il parco con il territorio. Il direttore ha dichiarato: "Grazie all'impegno del nostro personale, che ha attivato con capacità e professionalità una procedura non ancora collaudata, siamo riusciti a mettere in pratica una visione integrata del nostro lavoro, che ha collegato orizzontalmente lavoro, turismo, natura, paesaggio, sociale e servizio al cittadino. Un approccio "sistemico" alla nostra attività che dovrebbe diffondersi fra tutti coloro che si occupano di territorio".
Per ognuno dei due progetti saranno coinvolti 5 disoccupati, che lavoreranno per 12 settimane, con orario di 38 ore settimanali. La selezione dei disoccupati è in corso e viene gestita, come previsto dal bando, dai Centri per l'Impiego territorialmente competenti, ossia quelli di Moncalieri e Chivasso. Per la selezione del personale non sono previsti particolari requisiti (oltre quelli specifici del bando), se non la predisposizione a lavori fisici di una certa intensità.
Il progetto relativo all'ambito di Chivasso sarà avviato entro la fine del mese di febbraio, mentre quello relativo a Moncalieri entro la metà del mese di marzo. I disoccupati saranno assunti dalla Cooperativa Sociale Ecosol di Torino che si è aggiudicata la convezione per l'attuazione dei lavori come previsto nelle modalità di accesso al Bando regionale.
Percorsi per escursionisti e bicicletta a Castagneto Po (F. D.Genovese)
Percorsi ciclopedonali nella Riserva Le Vallere (F. A.Miola)
Parcheggi nell'area Vallere (F.A.Miola)
 
share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2016 - Ente di gestione delle Aree Protette del Po e della Collina Torinese - p. iva 06398410016